Cos'è l'autonomia d'omologazione?

È la misura di autonomia risultante dalla norma omologativa europea di misura delle emissioni e dei consumi, ovvero un metodo standardizzato di misura dei consumi basato su test identici per tutti i tipi di veicoli in Europa, siano essi termici, elettrici o ibridi. Si tratta dunque di un criterio oggettivo per misurare le differenze di prestazione fra i vari modelli dei diversi costruttori.

La nuova norma WLTP (Worldwide harmonized light vehicles test procedure), recentemente introdotta in sostituzione della precedente NEDC, prevede che i test siano effettuati in condizioni aderenti a condizioni di guida reali, e genera un risultato, pertanto, molto vicino a quello effettivamente riscontrabile dall’automobilista.

A cosa si deve la differenza fra l’autonomia di omologazione e l’autonomia reale?

L'autonomia reale può far evolvere l'autonomia d'omologazione a seconda delle variabili legate all'utilizzo reale del veicolo: lo stile di guida del conducente, il tipo di percorso, la velocità, le condizioni climatiche, l'accensione o meno del climatizzatore o del riscaldamento.

Come gestire la mia autonomia?

Il tuo stile di guida può influire direttamente sull'autonomia del tuo veicolo elettrico.Ecco alcuni semplici consigli per ottimizzarlo:

  • modera la velocità e le accelerazioni;
  • adotta una guida morbida e fluida;
  • viaggia il più possibile a velocità costante: regola la velocità dosando l'accelerazione, anche in discesa;
  • anticipa;
  • sfrutta il sistema di recupero dell'energia in decelerazione: quando devi fermare il veicolo, rilascia prima il pedale dell'acceleratore per decelerare e quindi fermati.

I servizi connessi Z.E., inoltre, ti possono aiutare a gestire la tua autonomia. Puoi ad esempio gestire la tua autonomia a distanza: ovunque tu sia, puoi visualizzare in tempo reale il livello di carica e di autonomia del tuo veicolo Renault Z.E., avviare il pre-condizionamento dell'abitacolo, avviare o programmare la ricarica.

Come controllare la mia autonomia?

Al volante di un veicolo elettrico Renault, puoi controllare i consumi istantanei in tempo reale grazie all'econometro. Sul cruscotto puoi consultare l'autonomia rimanente, calcolata in funzione del livello di carica della batteria e dei consumi medi.

Puoi inoltre controllare il livello di carica e l'autonomia rimanente anche a distanza, da un computer o uno smartphone, grazie ai servizi connessi Z.E.

Come migliorare la mia autonomia?

Esistono molti modi per migliorare l'autonomia.

La variabile che incide maggiormente è il tuo stile di guida. Per guadagnare in autonomia e sfruttare al massimo il recupero di energia, la prima cosa da fare è adottare alcuni accorgimenti di "ecoguida": anticipare, usare il freno motore, guidare con buon senso. 

E attivando la modalità di guida "ECO", ottieni ancora più autonomia. La potenza del climatizzatore o dell'impianto di riscaldamento e le prestazioni dinamiche del veicolo diminuiscono, per farti guadagnare chilometri preziosi. Dall'8 al 10% di autonomia circa.

Qual è l'impatto del traffico stradale sull'autonomia del veicolo?

Il motore elettrico consuma energia solamente se sollecitato ad accelerare. All'arresto, l'unico consumo viene da elementi ausiliari quali il riscaldamento o la climatizzazione, se attivi. Nel traffico si susseguono a catena le fasi di arresto, partenza e decelerazione, tutti elementi favorevoli al motore elettrico che recupera energia decelerando o frenando (rispetto alla maggior parte dei motori diesel o a benzina).

Come si comporta la batteria in condizioni di freddo intenso?

Come tutte le batterie, anche quelle dei veicoli elettrici mantengono meno la carica in caso di freddo intenso piuttosto che a temperatura ambiente. 

Delle temperature molto basse possono a volte allungare il tempo di ricarica, avere un impatto sull'autonomia o aumentare i consumi legati all'uso del riscaldamento.

Che cosa succede se termino la carica mentre sono per strada?

Se hai optato per la batteria a noleggio, il tuo contratto di locazione della batteria include un'assistenza 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, anche in caso di panne d’energia. Sarai quindi assistito e portato fino al punto di ricarica di tua scelta, in un raggio di 80 km.

I dispositivi elettronici influiscono sull'autonomia del veicolo?

I dispositivi elettronici hanno un impatto sull'autonomia della tua Renault Z.E., tuttavia molto debole rispetto ai 4 fattori principali che riducono l'autonomia di un veicolo elettrico: tipo di percorso, velocità, uso dell'aria condizionata/riscaldamento e stile di guida.


Come posso ricaricare il mio veicolo elettrico?

Puoi ricaricare il tuo veicolo elettrico o privatamente oppure avvalendoti delle colonnine di ricarica pubblica, in progressiva diffusione nelle città.

Come funziona la ricarica privata?

La ricarica privata a domicilio (o presso l’ufficio per le aziende) permette di organizzare in maniera autonoma la ricarica del proprio veicolo elettrico, senza vincoli e

con la certezza di avere sempre l’energia necessaria.

RICARICA MEDIANTE WALL BOX: Se disponi di un box auto o di parcheggio, la soluzione preferibile è quella di installare una wallbox (non inclusa nel veicolo). Questa è una soluzione di ricarica veloce, sicura ed efficiente in quanto la wall box viene installata da un professionista che può controllare la conformità dell’impianto elettrico. La potenza della wall box (e i conseguenti tempi di ricarica) possono variare secondo la potenza disponibile in base al tuo contratto di energia elettrica. Potrai comunque chiedere al tuo fornitore di energia elettrica un ampliamento di potenza per poter ricaricare più velocemente il veicolo.

I consumi energetici per la ricarica del veicolo elettrico vengono addebitati in bolletta dal fornitore di energia elettrica. 

RICARICA MEDIANTE PRESA DOMESTICA DI TIPO SCHUKO: Puoi ricaricare da una normale presa domestica da 230V, dotandoti dell'apposito cavo di ricarica (in opzione o accessorio). Tuttavia, questa soluzione di ricarica è raccomandabile solo ad uso occasionale per recuperare qualche km di autonomia, quando non si trova un’infrastruttura di ricarica. È, infatti, più lenta e l’effettiva ricarica è legata alla condizione che la presa rispetti i corretti standard di impiantistica e che la rete elettrica a disposizione sia efficiente (ad es. in termini di resistenza di terra, o di stabilità del flusso di corrente elettrica).

Dove posso acquistare una wall box o una colonnina di ricarica per la mia abitazione o il mio ufficio?

La Rete Renault potrà fornirle delle indicazioni sulle soluzioni di ricarica proposte da nostri partner certificati Z.E. Ready, una certificazione che Renault rilascia dopo aver effettuato dei test sulle infrastrutture di ricarica, accertandone il rispetto degli standard europei, la piena compatibilità con i veicoli Renault Z.E., la performance e la sicurezza.

I principali partner di Renault per la fornitura di soluzioni di ricarica sono Enel X e Scame, che propongono in gamma diverse tipologie di wall box e colonnine di ricarica, secondo le diverse esigenze della clientela.

Come funziona la ricarica pubblica?

Se non hai la possibilità di ricaricare a domicilio (o presso la sede della tua azienda), puoi utilizzare le colonnine di ricarica pubblica in progressiva diffusione nelle città (nei parcheggi, nei centri commerciali, su suolo pubblico,...).

I tempi di ricarica variano in funzione del modello e della potenza disponibile nell'infrastruttura di ricarica.

Per accedere alle colonnine pubbliche è necessario scegliere un fornitore (esattamente come si fa per l'energia di casa o per un contratto telefonico), aderendo all'offerta che più si adatta alle tue esigenze. Esistono sul mercato offerte a consumo, o flat. E si utilizzano card RFDI e/o apposite app per "autenticarsi" alla colonnina di ricarica e procedere al collegamento del veicolo e alla ricarica.

Quali offerte esistono per la ricarica pubblica?

In Italia esistono diversi operatori che propongono offerte di energia elettrica per la ricarica pubblica dei veicoli elettrici.

Ciascun operatore permette l’accesso ad una rete determinata di colonnine di ricarica.

La situazione è in continua evoluzione sia perché via via cresce la diffusione delle colonnine di ricarica, sia perché via via gli operatori sottoscrivono  accordi di interoperabilità per estendere con i propri abbonamenti le possibilità di ricarica dei propri clienti alle colonnine di ricarica di altri operatori.

Consultando i siti dei fornitori di soluzioni per la ricarica pubblica, potrai trovare l'offerta che più si adatta alle tue esigenze in termini di capillarità delle colonnine di ricarica nel tuo territorio accessibili con quell'offerta e di costo dell'energia.

Dove posso cercare le colonnine pubbliche nella mia zona?

Puoi localizzare le stazioni di ricarica mediate il sistema multimediale del veicolo (EASY LINK o R-Link secondo il modello), con l'app MY Renault e sul sito web Renault.it.

Oppure, se hai già scelto il tuo fornitore di energia per la ricarica pubblica, puoi consultare il sito o l'app del tuo operatore per vedere dove pui ricaricare con il tuo abbonamento.

Che cosa accade se ricarico quotidianamente la batteria sebbene non sia esaurita?

Le batterie agli ioni di litio montate sui veicoli elettrici Renault sono prive di "effetto memoria". Possono quindi essere caricate anche parzialmente in qualsiasi momento, senza comportare un decadimento prematuro delle prestazioni. La tecnologia agli ioni di litio è attualmente la migliore presente sul mercato: la sua forte densità energetica permette di accumulare un massimo di Wh per kg, per un'autonomia ottimizzata. La ricarica è senza limitazioni, con la possibilità di ricaricare la batteria anche quando non è completamente scarica.

La batteria si scarica anche se non utilizzo l'automobile?

Il tasso di scaricamento quotidiano della batteria è troppo debole per essere significativo. Sarebbero necessarie svariate settimane di immobilità per constatare un abbassamento del livello di carica.


Qual è la differenza tra la manutenzione di un veicolo termico e quella di un veicolo elettrico?

I contratti di manutenzione sono gli stessi per auto termiche ed elettriche. Tuttavia, la manutenzione di una vettura elettrica è più semplice ed economica di quella di un veicolo termico. Ad esempio, un veicolo termico richiede un regolare cambio dell'olio, per assicurarne la lubrificazione e il corretto raffreddamento del blocco motore. Con un veicolo elettrico questo non è più necessario, il motore elettrico non necessita di lubrificazione. Lo stesso vale per pastiglie dei freni, dischi e tamburi, la cui durata è significativamente allungata.