Storica accelerazione della strategia elettrica: il Gruppo Renault fa leva sul suo patrimonio tecnologico ed industriale nonché sulla decennale esperienza nella mobilità elettrica per operare scelte audaci e proporre veicoli elettrici competitivi, sostenibili e popolari.

Auto elettriche competitive e sostenibili

Renault rafforza la strategia di mobilità elettrica, proponendo il mix più green del mercato europeo, con l'obiettivo di raggiungere oltre il 65% delle vendite realizzate con veicoli elettrici ed elettrificati nel 2025, e fino al 90%  nel 2030. Renault annuncia inoltre la creazione di ElectriCity, un ecosistema compatto, performante e ad alta tecnologia nel nord della Francia, associato alla MegaFactory del Gruppo per la produzione di motori elettrici in Normandia. E ancora, una partnership strategica con Envision AESC per la creazione di una gigafactory a Douai per produrre batterie all’avanguardia tecnologica, a costi competitivi e a basse emissioni di carbonio a partire dal 2024.

Auto elettriche popolari e accessibili

La strategia di mobilità elettrica Renault eWays prevede l'arricchimento dell'offerta commerciale con 10 nuovi veicoli elettrici della gamma di veicoli più redditizia. La storia di Renault rivive attraverso due icone: Renault 5, prodotta per un costo inferiore del 33% rispetto a quello di ZOE, e il revival di un modello intramontabile: "4ever". Anche il Segmento C 100% elettrico sarà rafforzato, con l'introduzione di nuovi modelli, a cominciare da Megane E-Tech Electric nel 2022. Inoltre, Renault punta alla creazione di valore per tutta la durata di vita della batteria tramite Mobilize: fino a 400 euro all’anno generati dalle soluzioni V2G e un valore residuo che può raggiungere i 500 euro per batteria.

La sfida tecnologica per l'efficienza delle batterie

Renault ha avviato un progetto congiunto con la start-up francese Verkor per sviluppare insieme una batteria ad alte prestazioni integrata in una catena del valore locale e sostenibile entro il 2022. Renault punta ad una architettura delle celle standardizzata che copra il 100% dei futuri lanci di veicoli elettrici in tutti i segmenti, per ridurre i costi del 60% a livello del pacco batteria entro il 2030. La strategia Renault prevede inoltre la crezione di un gruppo motopropulsore elettrico compatto che consenta di ridurre del 30% i costi di produzione e del 45% le perdite di energia, garantendo fino a 20 km di autonomia in più per i veicoli elettrici.